IESU NATIVITAS | Historian Antiques
bandiera svizzeraArt experts since 1992 | Vendere, Acquistare, Stimare
26.347 Products 100% Certified & Guaranteed C.O.A.| Carrello
bandiera svizzeraArt experts since 1992 | Buy, sell, estimate. Carrello

Salvador Dalì racconta la nascita di Gesù con la potenza del suo immaginario

La “Iesu Nativitas” è un’immagine soffusa di gioia; i colori avvolgono le figure, mentre la luce attira lo sguardo sul fulcro dell’immagine: il bambino che salverà il mondo. Nel suo Vangelo Luca scrive: "Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo” e Salvador Dalì, con pochi tratti e una piena consapevolezza dei colori, trasmette la gioia della Nascita, l’amore di Maria e il ruolo protettore di Giuseppe. Il tutto in un luogo che si intuisce riparato, anche se le macchie scure fanno presagire il dolore futuro. E’ una delle 105 tavole della Biblia Sacra Vulgatæ - Volume V, Pagina 40 - realizzate dall’artista catalano tra il 1963 e il 1964, raccolte nel ’67 dall’editore Rizzoli in quattro preziosi volumi e ora presentate da Historian Lugano. Dalì realizzò questa serie di immagini rispondendo alla richiesta dell’amico Giuseppe Albaretto, un facoltoso collezionista che sperava di riavvicinare l’artista alla Fede, allontanandolo dal dominio emotivo esercitato su di lui dalla moglie Gala. Uno degli aspetti più affascinanti della rilettura della Vulgata - la versione latina definitiva della Bibbia – è la tecnica utilizzata: Dalì, pieno di entusiasmo, ideò uno speciale archibugio con il quale “sparava” macchie di colore su tele molto spesse, arricchendole poi con tratti a penna e a matita e con l’applicazione di inchiostri metallizzati. Nacquero delle immagini piene di forza ed emozione. La trasposizione degli acquerelli e delle gouaches in multipli non fu semplice, ma la carta spessa resisteva ai molteplici passaggi di stampa, garantendo la fedeltà assoluta all’immagine iniziale. Il risultato fu un vero e proprio monumento litografico e un’edizione della Bibbia unica nel suo genere, proposta da Historian Lugano nelle serilitografie tratte dalle Serie limitate 1095/1499 e 1368/1499 della Biblia Sacra Editionis Rizzoli, versione luxus.

 

A seguito di un’amicizia instauratasi anni prima, il Dr. Giuseppe Albaretto, facoltoso collezionista, commissionò a Salvador Dalì una serie di dipinti a tema religioso. Il progetto prevedeva l’illustrazione di una selezione di passi della Vulgata, o Volgata, la versione latina definitiva della bibbia.
I passi della Vulgata, selezionati per l’artista, avevano come intento, oltre che la creazione di una serie unica ed inestimabile di capolavori, anche il riavvicinamento di Salvador Dalì alla fede, permettendogli di meditare sullo stretto rapporto con Dio, alleviando la forte dominazione emotiva esercitata dalla moglie Gala. Il risultato fu stupefacente, tra il 1963 e il 1964 Dalì realizzò 105 opere tra acquerelli e gouaches, applicando inchiostri metallizzati, tratti a matita e a penna.
La trasposizione degli acquerelli e delle gouaches in multipli non fu semplice, venne appositamente realizzato un supporto molto resistente, una carta così forte da poter resistere ai molteplici passaggi di stampa, necessari per garantire la fedeltà assoluta con l’immagine di partenza, in cui la profondità dei soggetti, la ricchezza dei colori e i precisi dettagli, andavano riproposti con perfezione assoluta.Il risultato fu un vero e proprio monumento tipografico, dove la suite di serilitografie, offset e litografie a colori rappresenta il culmine di un’edizione della Bibbia unica nel suo genere.
La sfarzosa opera di Rizzoli edita nel 1967 prevedeva 99 esemplari “ad personam”, 199 esemplari “magni luxus” e 1499 esemplari “luxus”. I volumi luxus, con numerazione araba su carta vergata, sono rilegati in pelle di capra avana, con dorso a nervi e fregi in oro, raccolti in cofanetti in pelle di vitello ambrata e piatti in seta. Le 105 tavole presenti nelle edizioni sono protette da una velina parlante in carta giapponese, a cui fu associato un passaggio in latino, esplicante il significato del passo scelto nell’illustrazione.

 

IESU NATIVITAS Venduto

"Ioseph, fili David, noli timere accipere Mariam coniugem tuam: quod enim in ea natum est, de Spiritu Sancto est" (Matthæus, 1)

"Et peperit filium suum primogenitum; et pannis eum involvit, et reclinavit eum in præsepio, quia non erat eis locus in diversorio" (Lucas, 2)

Salvador Dalì (1904-1989)
Serilitografia originale a colori firmata in lastra
Provenienza: Biblia Sacra Vulgatæ Editionis Rizzoli editoris mediolani Anno Domini M.CM.LXVII (1967)
Dimensioni: cm 48,5 x 35
Riferimento : Volume V Pagina 40
Certificato di autenticità allegato C.OA.

Salvador Dalì (1904-1989)
Original-Farbserilitographie auf der Platte signiert
Provenienz: Biblia Sacra Vulgatæ Editionis Rizzoli editoris mediolani Anno Domini M.CM.LXVII (1967)
Abmessungen: 48,5 x 35 cm
Referenz: Band V Seite 40
Echtheitszertifikat beigefügt C.OA.

Salvador Dalì (1904-1989)
Sérilitographie originale en couleurs signée dans la planche
Provenance: Biblia Sacra Vulgatæ Editionis Rizzoli editoris mediolani Anno Domini M.CM.LXVII (1967)
Dimensions: 48,5 x 35 cm
Référence: Volume V Page 40
Certificat d'authenticité joint C.OA.

Salvador Dalì (1904-1989)
Original color serilitography signed in the plate
Provenance: Biblia Sacra Vulgatæ Editionis Rizzoli editoris mediolani Anno Domini M.CM.LXVII (1967)
Dimensions: 48.5 x 35 cm
Reference: Volume V Page 40
Certificate of authenticity attached C.OA.


Cod: B082_1368

Codice: B082_1368
Desideri visionare l'articolo prima di acquistarlo?
Would you like to view the article before buying it?

Accepted payments:

Pagamento facile e sicuro

Potrebbe interessarti anche