Della Architettura della pittura e della statua di Leonbatista Alberti - 1782 | Historian Antiques
bandiera svizzeraArt experts since 1992 | Vendere, Acquistare, Stimare
11.733 Products 100% Certified & Guaranteed C.O.A.| Carrello
bandiera svizzeraArt experts since 1992 | Buy, sell, estimate. Carrello

L’opera dell’Homo Universalis del Rinascimento che misurò la Bellezza

Della architettura della pittura e della statua di Leonbatista Alberti” raccoglie tre testi fondamentali. Architetto prototipo dell’artista intellettuale, Leon Battista Alberti fu anche pittore, scultore, matematico, crittografo, cultore dei classici, commediografo e musicista. Una figura davvero geniale. Nato a Genova nel 1404 in una famiglia di banchieri fiorentini banditi dalla città per motivi politici, si formò a Venezia, Padova e Bologna. Nel 1431 divenne segretario del patriarca di Grado Panciarini; con lui si trasferì a Roma dove prese gli ordini e divenne segretario di Eugenio IV; fu anche “sovrintendente al restauro delle antichità romane”, documentando monumenti e rovine. A partire dal 1450 eseguì numerosi progetti architettonici per committenze private: tra i più noti il Tempio Malatestiano di Rimini, il completamento della facciata di Santa Maria Novella a Firenze per i Rucellai, il rinnovo della residenza estense a Ferrara e della basilica di San Pietro e del Campidoglio a Roma, dove morì a 68 anni. Tutta la forza del suo percorso culturale e professionale si trova nelle tre parti dell’opera proposta da Historian Lugano, che si apre con il “De re aedificatoria”. Diviso in X libri, è il primo trattato moderno di architettura. Alberti lo scrisse a partire dal 1450, al tempo del febbrile riassetto urbanistico di Roma avviato dal Giubileo. L’intento era quello di aggiornare l’omonima opera di Vitruvio. Alberti sottolineò l'importanza del progetto, esaminò tutti gli edifici dell’antichità “per cavarne elementi utili” e descrisse le diverse tipologie di costruzioni a seconda della loro funzione. Il trattato fu redatto non solo in latino, ma anche in volgare, dimostrando che, come dibattevano al tempo gli umanisti, la lingua comune ben si adattava alla trattazione di ogni materia. Nonostante i tentativi dell’autore, il “De re aedificatoria” fu stampato a Firenze solo nel 1485, 13 anni dopo la sua morte. Tradotto in diverse lingue divenne imprescindibile nella cultura architettonica moderna e contemporanea. Il secondo trattato compreso nell’opera è il “De pictura”, in III libri: sarebbe stato redatto intorno al 1435 in volgare e solo successivamente in latino. L’Alberti, nella sua costante ricerca di regole, teoriche o pratiche, in grado di guidare il lavoro degli artisti, pose qui le basi della pittura dei quattro secoli successivi fissando i principi di “circoscrizione, composizione, e ricezione dei lumi”, ovvero di: prospettiva, composizione e colore. Il terzo trattato del prezioso volume è il "De statua", dove l'Alberti scrisse la nota definizione della scultura distinguendo tra il “togliere e aggiungere” terra e cera tipico dei "modellatori" e il “levare” la pietra degli "scultori". Espose anche le proporzioni del corpo umano e Leonardo da Vinci realizzò il suo “Uomo vitruviano” a partire dalle “tabule dimensionum” albertiane. I trattati in latino erano riservati agli ambienti colti, ma si diffusero con la traduzione in volgare del 1546 e – soprattutto - con quella del 1568, a cura dell’umanista e filologo Cosimo Bartoli. Il trattato venne poi riscoperto e ristampato nel 1782: è questa la rara edizione raccolta da Historian Lugano. Per concludere le parole dell’Alberti corollario alla ricerca di una vita: «La bellezza è accordo e armonia delle parti in relazione a un tutto ... è quindi basata su precise regole».

Della Architettura della pittura e della statua di Leonbatista Alberti - 1782 Venduto

Autore: Leonbatista Alberti

Traduzione di Cosimo Bartoli 

Titolo: Della Architettura della pittura e della statua di Leonbatista Alberti 

Edizione: In Bologna 1782

Dimensioni: 37x25 cm

Pagine: 410 (341 pagine di testo e 69 tavole) 

Copertina: Rigida

Condizioni: Buone come da foto

Note: 69 Tavole numerate all'interno 

Codice: LR
Desideri visionare l'articolo prima di acquistarlo?
Would you like to view the article before buying it?

Accepted payments:

Pagamento facile e sicuro

Potrebbe interessarti anche